poco vento… anzi poco e basta

La giornata inizia presto, ore 8:30 in banchina… le cose da fare sempre tante ed il tempo sempre poco.
Tutti puntuali o quasi, temperatura rigida e vento assente.
Le previsioni davano il poco vento da Nord sparire per poi riaffacciarsi man mano da scirocco con lieve intensità… usciamo comunque.

Il mare si presenta con un onda da sud ed a tratti qualche refolo da Nord/Nord Est ci fa sperare, intanto tiriamo su randa, fiocco e ci mettiamo a giocare tra virate e traversi cerchiamo di settare gli strumenti… Ruggero timona ed io smanetto in dinette.

La comitato da un differimento di un ora, intanto il vento diventa sempre più instabile ma sembra tenere in intensità… tre, quattro nodi… noi intanto tiriamo fuori le pizzette e l’atmosfera è rilassata… ma il suono di una sirena ci fa destare… mancano 5 minuti!!!!

Facciamo un rapido check e decidiamo di partire in barca giura, manovre ben fatte ed eccoci primi con distacco su tutti, grande partenza, viaggiamo bene… ma troppo bello per essere vero…. dopo qualche minuto la giuria, complice un salto di vento di 60° ci fa tornare indietro annullando la regata.

Ora fanno partire i J24 ed i Platu, noi a seguire. Questa volta partiamo male, coperti da Calipso e da Meridiana, la barca sembra non camminare mure a dritta, decidiamo di virare ma facciamo qualche errore e non abbiamo velocità.

Il vento intanto fa le bizze, gira e non sale mai oltre i quattro nodi. In queste condizioni non siamo brillanti in più il setup della barca non è ottimale… procediamo comunque a fare le nostre boline e tatticamente riusciamo a combinare qualcosa di buono tranne che in approccio alla boa dove regaliamo due virate inutili a tutti, passiamo terzi in reale distaccatissimi da i primi due.
La discesa in poppa è logorante, il vento proprio non c’è più ma recuperiamo su Exalibur e passiamo di un filo terzi in reale all’arrivo che nel frattempo è stato dato a metà percorso.

Condividiamo nel classico briefing di fine regate gli errori e le cose buone, abbiamo finito la regata ed alcune manovre sono andate meglio della scorsa volta… insomma qualche segnale c’è.

Ora sperando nel recupero di un po’ di equipaggio ci salutiamo facendoci gli auguri… ci “leggiamo” nel 2019.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

wordpress theme powered by jazzsurf.com