151 miglia WOW

2018 Equipaggio Hydra alla 151

151 Miglia Celadrin – La regata-evento più bella del Tirreno per il 2018 la abbiamo fatta !!!

Evento complesso ed organizzativamente impegnativo la 151,  trasferimenti presso un porto delle cose e verso un altro della macchina oltre al trasferimento di Hydra non sono stati semplicissimi…

Emozioni forti che si fanno vive già a partire dai trasferimenti, quando qualcosa è andato storto nella tratta Cala Galera – Livorno e l’ebbrezza del motore che si spegne alle ore 23:00 a circa 30 miglia dalla costa…per cui Hydra poi rimane ospite forzata in anticipo di Punta Ala per qualche giorno.

Ma iniziamo con la Regata!

Più di duecento barche, un trimarano, tanti maxi tutti su di uno specchio d’acqua poco a nord del porto di Livorno è proprio un bel vedere, l’elicottero per le riprese un obbligo!

Partenzaaa, triplA! Ben due richiami generali che rallentano la partenza del Gruppone ORC, terzo delle partenze.

Hydra è sempre ben posizionata in partenza , specie nella terza!! Partenza in velocità, sulla linea, abbastanza più spostati in boa, con tanta acqua per noi! meticolosamente nascosta al gruppo dai nostri Ottimi Guido e Fabrizio, Ottimo avvio!!! Ore 17 circa.

Fase di risalita verso la boa di disimpegno davanti Marina di Pisa, qui qualche virata non all’altezza si è vista, complice la poca confidenza con le nuovissime scotte, dall’altissima resistenza ma dallo scarso grip sui winch.

Poi una lunghissima veleggiata verso Giraglia.
Bella , vento sempre presente, onda media poi in calo, abbiamo avuto solo una volta idea di issare fiocco 1 per un calo di vento, ma non è stato necessario, poiché il vento è tornato subito oltre i 10 nodi.

Arrivo a Giraglia ore 23:30 circa, arriviamo e incontriamo diverse barche del nostro gruppo, fin qui tutto bene!

Dopo il giro , issiamo A0 con un po di ritardo, ma ci siamo.

Il software con le previsioni aggiornate propone passaggio altissimo sotto Elba, Guido storce il naso , ma è ora di scegliere, seguire il software o no? Breve summit e si sceglie, passeremo alti sotto Elba.

Non abbiamo chiaro se la scelta si buona per tante ore, i turni notturni passano abbastanza bene, poi inizio mattina siamo molto ridossati e un temuto buco di vento ci pianta. Lì un po di amarezza sale, pensando di non aver azzeccato la scelta, anche se refoli , tattiche e la comparsa anche del Wind Seeker ci portano finalmente dove c’è pressione. Issiamo VMG e puntiamo dritti le formiche.

Quasi arrivati alle formiche cominciamo a capire, dalle barche attorno, che forse tanto male non sta andando, il vento è salito, e sono ottime le manovre di avvicinamento, strambare con 20 nodi non è un problema per il nostro equipaggio!! Sotto la formica grande veloce e precisa ammainata e su di fiocco 1 per puntare scoglio dello sparviero.

Ci avviciniamo allo scoglio con una rotta che passa sotto costa, dove altre imbarcazioni avanti avevano avuto buona pressione, poi la malsana domanda: Sparviero a Dritta o Sparviero a Sinistra? Controllo: fondo, il fondale è buono , pulito. Controllo al bando e non c’è menzione…. Quindi ? Si prende la scelta Sparviero a Sinistra.

Quasi in dirittura di arrivo chiamiamo al VHF:

Hydra: “comitato 151 da imbarcazione Hydra” (urliamo contenti di essere quasi arrivati e di aver sorpassato due barche che invece , povere loro , lo Sparviero lo lasciano a Dritta)

Comitato 151: “Numero Velico”

Hydra: “ITA77777”

Comitato 151: “Avanti Hydra”

Hydra: “Vogliamo comunicare che siamo in arrivo alla 151”

Comitato 151: “Ma siete l’imbarcazione con le vele nere interrogativo?”

Hydra:  (gocciolina di sudore sulla schiena)  Affermativo”

Comitato 151: “Ma lo Sparviero lo avete lasciato a Dritta o a Sx?”

Hydra: (attimo di esitazione….. silenzio)  Sx”

Comitato 151: “Lo Sparviero va lasciato a Dritta!”

Hydra: “Copiato, Grazie.”

Calcolando il tempo, buttiamo quindi oltre 10 minuti di tempo reale per la nostra azzardata manovra che rimarrà nella storia e nella attenzione differente nel leggere approfonditamente anche gli allegati delle istruzioni di regata.

Arriviamo con un bel po’ di amaro nel aver buttato tempo per colpa nostra. Quindi non ci rendiamo subito conto dell’ottimo risultato!!!! Al lordo di tutto QUATTORDICESIMI (che poteva essere DODICESIMI) in ORC generale su oltre 120 imbarcazioni, quando siamo ancora a cinque regate sulla nuova Hydra!!!!

Birra a fiumi prima di cena riporta su il morale.

Poi, già dopo cena, gran parte dell’equipaggio se ne va e rimaniamo in pochi per la serata conclusiva del giorno dopo. Festone di Gala con oltre 1500 invitati….WOW

Catering esagerato, concerto su location spettacolare! Ambiente, clima e alcol ottimi! E per finire , come prevede ogni festone, che sia da tamarro o da gran signori, grandi fuochi di artificio!!

Dopo una organizzazione complessa una ricompensa che fa solo pensare che il prossimo anno sia obbligatorio esserci ancora!!!!!

Posted by Sergio

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

wordpress theme powered by jazzsurf.com