Ponza per Tutti

Bella e colorata la PONZA per tutti
Due giorni veramente belli hanno accolto la regata Ponza per tutti.
Nella gara di andata Orion parte con un po di ansia per l’assenza della piastra necessaria ad armare il “bompressino” , col senno di poi falso problema, poichè non si presenteranno mai le condizioni che avrebbero richiesto la vela A0.
La linea di partenza viene tagliata bene, con spi appena issato, anche se con qualche secondo di ritardo rispetto alla chiamata. Il clima a bordo ci mette un po ad assestarsi, tra chi non ha capito che siamo in una regata lunga e non sulle boe, tra chi scambia il monte Circeo per Ponza e chi alle 10:30 già pensa alla pizza. La navigazione prosegue bene con circa 10 nodi di vento tra la poppa e il gran lasco. Orion è, per delicata scelta tattica(!?), nè sotto costa, nè troppo distante dalla terra, e questa scelta  sembra corretta man mano che le miglia passano. Arrivati sotto Ponza appare chiaro che la prima barca a tagliare il traguardo saremmo stati noi, cosa che accende l’euforia generale, nelle nostre teste rimarremo primi per due o tre aperitivi, e quando già, per alcuni, i fumi dell’alcol cominceranno ad annebbiare i ricordi.
Ormeggiati , sistemati nelle stanze si gira un po il paese sopra il porto. Bella Ponza a maggio, ogni pianta in fiore, il sole caldo  che non infastidisce ed i colori pimpanti dell’isola disegnano dipinti in ogni dove.
Poi il primo aperitivo , a cui segue il secondo , a cui poi segue quello al WINSPEARE offerto dall’organizzazione della regata. Si prosegue poi con la cena, con un buon menù ed un vinello che aumenta la fatica di ricordare puntualmente il tutto.
Nella gara di ritorno Orion parte con un po di ansia per aver lasciato tardi gli ormeggi grazie a qualcuno.., anche se poi la linea di viene tagliata bene, con fiocco 1 ed in boa, in netto vantaggio sul gruppo. Il clima a bordo risente un po’ della serata impegnativa ma vento e mare ottimi anche qui danno una mano  e salutiamo l’isola di Ponza issando spi e mettendoci in rotta diretta per Nettuno.
Anche al ritorno quindi navighiamo con un vento tra il lasco e la poppa, sotto spi fino alla linea di arrivo. Linea che taglieremo per secondi dopo il tentativo di  duello con un X 412 che in poppa ha qualche punto di vantaggio.
Equipaggio all’altezza nessuno escluso
Meteo Perfetto
Orion in ottima forma
Conclusione: appuntamento all’anno prossimo!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

wordpress theme powered by jazzsurf.com